Contatti:
Seguici su:

                    

Massima efficacia senza demolire e ricostruire. Isotex nelle ristrutturazioni con adeguamento sismico ed energetico

Da quasi 40 anni Isotex propone e sviluppa blocchi cassero, solai, tramezze, elementi per barriere acustiche e ora anche blocchi con parete ventilata integrata che permettono all’edilizia di compiere un grande passo in avanti in fatto di isolamento, rapidità di costruzione, rispetto dei requisiti CAM e delle normative antisismiche.
Il conglomerato in legno cemento, con cui vengono prodotti tutti gli elementi Isotex, viene realizzato in modo ecosostenibile e nel rispetto di un progetto di economia circolare. Offre prestazioni eccellenti anche per quanto riguarda l’isolamento termo-acustico, durabilità, sicurezza antisismica e resistenza al fuoco. La marcatura CE e le numerose certificazioni in essere confermano non solo il rispetto delle normative, ma anche eccellenti prestazioni e qualità, che vanno ben oltre i minimi di legge.

La sfida antisismica con esoscheletro Isotex

In Europa, circa il 38% degli edifici risale a prima del 1960, il 45% è stato realizzato tra il 1961 e il 1990 e solo il 17% successivamente al 1961. Si tratta di un patrimonio di grande valore storico e architettonico che può essere efficientato e reso antisismico. Un vero e proprio cambio di paradigma per l’ingegneria civile, soprattutto per un Paese come l’Italia che, secondo la classificazione sismica dei Comuni, è per il 40% a rischio estremamente elevato.

La riqualificazione degli edifici storici rappresenta una sfida importante, ma allo stesso tempo anche una grande opportunità da non perdere: attraverso l’intervento di adeguamento, su questa fetta del patrimonio immobiliare, si potrebbe raggiungere un risparmio energetico pari al 60%. Questo dato è ancor più rilevante in considerazione degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2030. Per essere davvero efficace, l’intervento di riqualificazione dovrà prendere in considerazione l’involucro esterno, che incide circa l’80% sul risparmio energetico.

Si possono riqualificare gli edifici storici? La risposta è sì.
Con i blocchi cassero in legno cemento Isotex si può infatti realizzare un esoscheletro, ovvero una parete perimetrale esterna, che avvolge e rinforza l’edificio esistente. Il collegamento tra parete Isotex e struttura già in opera è garantito da connettori metallici che hanno lo scopo di trasferire gran parte delle forze sismiche orizzontali dalla parete esistente all’esoscheletro stesso. In questo modo, sgravando l’edificio esistente dall’azione sismica, si evita il rischio di crolli e ribaltamenti fuori piano che tipicamente possono verificarsi durante un terremoto.

Come si realizza un esoscheletro Isotex

I blocchi in legno cemento vengono posati a secco e ad ogni corso viene inserita l’armatura orizzontale. Ogni 6 corsi (1,5 m) si getta il calcestruzzo, si inseriscono le armature verticali e questo ne determina la parte strutturale sismo-resistente. L’esoscheletro Isotex viene collegato alla struttura esistente mediante ancoraggi metallici a livello fondale, a livello di solaio, di struttura e tamponamenti.

Grazie alla flessibilità e alla rigidità della struttura, l’esoscheletro si deforma in modo controllato e previene la concentrazione di stress in aree critiche. Così si riduce il rischio di danni strutturali, si garantisce l’integrità dell’edificio e, prima di tutto, la sicurezza degli occupanti.
L’esoscheletro Isotex si integra perfettamente alla struttura portante dell’edificio esistente, conferendo più rigidità e resistenza e proponendosi come la soluzione più avanzata e ottimale per isolare e mettere in sicurezza gli edifici soprattutto nelle zone sismiche 1-2-3.

I vantaggi sono anche economici

Un altro aspetto molto interessante di questa soluzione è la possibilità di aumentare la resistenza sismica e l’isolamento termico degli edifici, senza interventi invasivi o pesanti, anche dal punto di vista economico.

Quattro sono le ragioni principali:

  1. Intervento non invasivo: tutti i lavori di adeguamento vengono realizzati all’esterno dell’edificio e si possono svolgere senza costringere gli abitanti a lasciare le loro casa;
  2. Duplice intervento: con una sola operazione di posa di ottiene un adeguamento sismico e di isolamento termico;
  3. Velocità di posa: la facilità di messa in opera dei blocchi Isotex, garantisce di ridurre fortemente il costo della manodopera e di costruzione. Inoltre si evitano costose demolizioni o modifiche della struttura esistente, perché l’esoscheletro Isotex viene vincolato all’immobile esistente operando dal lato esterno.
  4. Risparmio energetico: gli innovativi inserti isolanti Neopor® BMBcert di BASF all’interno dei blocchi cassero, permettono il pieno rispetto dei requisiti CAM e garantiscono ottime prestazioni di efficientamento energetico.

Caso studio edificio plurifamiliare con esoscheletro Isotex

In questo particolare caso studio il Cliente aveva necessità di rendere l’abitazione antisismica, di migliorare l’isolamento energetico per rispettare i requisiti CAM e ottenere i Bonus. Di seguito vengono riassunte le fasi salienti della tecnologia Esoscheletro Isotex con parete composta da blocchi cassero in legno cemento in aderenza alla muratura esistente, dalla fondazione fino all’altezza del cordolo di piano.

Ferri verticali di chiamata

Ferri verticali
di chiamata

posa-primo-corso-esoscheletro-isotex

Posa primo corso esoscheletro Isotex con angolo

isotex-connessioni-vecchia-parete

Connessioni tra vecchia parete ed esoscheletro Isotex

isotex-getto-esoscheletro

Getto esoscheletro Isotex

particolare-esoscheletro-finestra

Particolare esoscheletro su foro finestra

edificio-esistente-fase-adeguamento

Edificio esistente in fase di adeguamento