Contatti:
Seguici su:

    

SICUREZZA E CREATIVITÀ: LA STORIA DELLA PALESTRA DI NOVI REALIZZATA DA ISOTEX

Oggi ti raccontiamo la bellissima storia della palestra di Novi realizzata da Isotex: quando sicurezza e creatività dialogano si ottengono grandi successi.

Da sempre Isotex è in prima linea nel campo della sicurezza sismica e la storia che raccontiamo oggi è motivo di grande orgoglio. Nel 2012 abbiamo realizzato una palestra a Novi, in provincia di Modena: non avremmo mai immaginato che, a distanza di pochi mesi, si sarebbe trasformata nel rifugio sicuro per decine di persone che, purtroppo, sono rimaste vittime del fortissimo terremoto magnitudo 5.9 che ha colpito l’Emilia in quell’anno. Qualche tempo dopo, proprio i muri esterni della Palestra “Monia Franciosi”, sono diventati la tela del noto street artist Luca Zamoc ( ): è proprio vero che quando sicurezza e creatività dialogano tra loro, si ottengono dei piccoli e grandi successi.

Sicurezza sismica: il caso della palestra di Novi realizzata da Isotex

Il nostro sistema costruttivo coniuga il cemento armato, la struttura più solida, al legno mineralizzato, materiale naturale dalle mille risorse, creando strutture stabili e resistenti. Il nostro interesse verso tutto ciò che riguarda la sicurezza sismica non è affatto casuale: fin dal 1994 infatti ISOTEX ha intrapreso una collaborazione con la prestigiosa Università di Bologna, presso i cui laboratori ha svolto un’importante campagna di prove sperimentali per verificare il comportamento sismico delle pareti Isotex su campioni a grandezza reale, ottenendo ottimi risultati. Dal 2005 al 2014 abbiamo proseguito la ricerca sul comportamento sismico del nostro sistema costruttivo con una vasta campagna di prove sperimentali su pareti e strutture, svolte presso il Laboratorio Eucentre dell’Università di Pavia, uno dei più autorevoli organismi a livello europeo per la ricerca sulla sismica, ottenendo, anche in questo caso risultati molto positivi.

Proprio per questo motivo siamo molto orgogliosi del fatto che, delle circa 80.000 abitazioni realizzate dal 1985 a oggi in Italia, molte delle quali situate in zone che hanno subito gravi eventi sismici, dal terremoto in Umbria a quello in Friuli, fino ai più recenti in Abruzzo, Emilia e Centro Italia, nessun edificio abbia subito alcun tipo di danno. La palestra di Novi (MO) realizzata da Isotex ne è un esempio concreto: nei giorni successivi al terremoto, questa struttura, proprio in virtù della sua estrema solidità, è stata convertita in luogo di accoglienza delle persone che avevano subito gravi danni nelle loro abitazioni.

Sicurezza e creatività: la seconda vita di Novi (MO)

Il 29 maggio 2012 ha inferto una ferita profonda nella piccola città in provincia di Modena, da allora però gli abitanti e le autorità non hanno mai smesso di lavorare per riportare Novi all’antico splendore. Il progetto TOTART 2016 ne è un esempio: sono stati invitati artisti di caratura internazionale ad intervenire su alcune superfici di edifici pubblici per riqualificarle, portando una ventata di creatività unica per ciascuna delle opere prodotte. La prima opera, intitolata “Resurgo” è stata realizzata da Mat! sul muro a supporto del cesto del campo da basket, è ispirata alla mitologia: la campana che viene sostenuta dal dio Atlante al posto del famoso globo per evocare la forza della popolazione locale che non si è mai arresa, neanche nei momenti più bui, rimboccandosi le maniche.

La seconda opera, che ci sta particolarmente a cuore, è stata realizzata proprio sulla parete esterna della Palestra di Novi realizzata da Isotex: intitolata “XXIX Maggio” è stata dipinta dal famoso street artist e illustratore italiano Luca Zamot. In questo caso il riferimento è lampante e lo stesso artista ha voluto spiegare con queste parole il suo lavoro: “Siamo tutti in giardino, non ho paura a entrare in casa ma sono tutti fuori e non voglio stare da solo. Si è aperta una faglia sotto il mio agiato naso. A malapena immagino cosa voglia dire davvero, riesco a stento a colmare la voragine col pensiero. Cosa succede alla Terra? Essa è grande e perdura nelle ere e improvvisamente precipita. Come fa ad essere così forte e fragile allo stesso tempo?”.

Quando ricerca, spirito di innovazione, sicurezza e creatività si incontrano, ogni cosa diventa possibile! Noi di ISOTEX siamo davvero felici di questo progetto e di far parte della storia di Novi e dei suoi abitanti.